AVVISO PER ACQUISIRE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI ENTI DEL TERZO SETTORE, ASSOCIAZIONI DI FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITÀ ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI INTERESSATI A PARTECIPARE AL TAVOLO DI CONCERTAZIONE E AI LABORATORI/TAVOLI TEMATICI PER LA DEFINIZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO TERRITORIALE E LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALLA LINEA D “PIANO REGIONALE PER IL DOPO DI NOI 2016-2019” IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE PRIVE DEL SOSTEGNO FAMILIARE - L.N. 112/2016

SI INFORMA CHE
il Programma operativo regionale per il Dopo di Noi – Linea D si ispira ai principi della Legge Nazionale n. 112/2016 e ai contenuti del Decreto del Ministero del 23/11/2016 e si aggiunge alle misure già in atto in materia di Vita Indipendente (Pro.V.I.) e di Pro.V.I. Dopo di Noi, relativamente ad iniziative volte a sostenere percorsi di accompagnamento verso la vita autonoma nel periodo “Durante noi” e “Dopo di noi”.
OGGETTO DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Il programma intende dare attuazione a due linee di intervento:
1. Interventi gestionali, riguardanti sostegno e promozione di:
• programmi di accrescimento della consapevolezza, dell’abilitazione e dello sviluppo delle competenze, a loro volta idonei a favorire l’autonomia e una migliore gestione della vita quotidiana;
• percorsi di accompagnamento verso l’uscita dal nucleo familiare di origine, ovvero verso la deistituzionalizzazione, atti ad individuare soluzioni e condizioni abitative vicine all’ambiente familiare;
• interventi di domiciliarità presso soluzioni alloggiative che si configurano come “Gruppi appartamento” o Cohousing (art. 56 del R.R. n. 4/2007).
2. Interventi infrastrutturali, riguardanti opere di ristrutturazione finalizzate a:
• migliorare l’accessibilità (p. es. eliminazione barriere);
• adeguare la fruibilità dell’ambiente domestico (p. es. domotica e arredi adattati);
• mettere a norma gli impianti;
gli interventi sostenibili a valere sulla linea 2) devono prioritariamente privilegiare il riutilizzo di patrimoni resi disponibili dai familiari o da reti associative di familiari di persone disabili gravi. Pertanto, essi si realizzano secondo il seguente ordine di priorità presso Gruppo appartamento o soluzione abitativa di cohousing/housing che sia:
• di proprietà della famiglia della persona disabile grave o messo a disposizione da reti associative dei familiari (trust familiare);
• di proprietà dell’Ente pubblico;
• di proprietà di Ente privato no profit ONLUS;
• abitazione della persona disabile grave, messa a disposizione per la realizzazione di co-housing.
Le caratteristiche dei Gruppi appartamento e delle soluzioni di cohousing/housing devono prevedere:
• capacità ricettiva non superiore a 5 posti letto (incluso eventualmente 1 posto letto di pronto intervento/sollievo);
• in caso di ricettività più alta, in ogni caso non superiore a 10 posti letto (inclusi eventualmente 2 posti letto per pronto intervento/sollievo), articolazione in moduli non superiori a 5 posti letto;
Requisiti strutturali richiesti:
• requisiti minimi, previsti dalle norme per le case di civile abitazione;
• rispetto delle misure di sicurezza e di prevenzione dei rischi;
• garanzia dei requisiti per l’accessibilità e la mobilità interna;
• promozione dell’utilizzo di nuove tecnologie per migliorare l’autonomia delle persone disabili, in particolare di tipo domotico, assistito, di ambient assisted living e di connettività sociale;
• organizzazione degli spazi, tale da riprodurre le condizioni abitative e relazionali della casa familiare (ad es. la persona disabile può utilizzare oggetti e mobili propri); garanzia di spazi adeguati alla quotidianità e il tempo libero;
• organizzazione degli spazi a tutela della riservatezza (per esempio, le camere da letto sono preferibilmente singole).
I DESTINATARI DEGLI INTERVENTI:
• persone con disabilità grave, mancanti di entrambi i genitori, del tutto prive di risorse economiche reddituali e patrimoniali, che non siano i trattamenti percepiti in ragione della condizione di disabilità;
• persone con disabilità grave i cui genitori, per ragioni connesse, in particolare, all’età ovvero alla propria situazione di disabilità, non sono più nella condizione di continuare a garantire loro nel futuro prossimo il sostegno genitoriale necessario ad una vita dignitosa;
• persone con disabilità grave, inserite in strutture residenziali dalle caratteristiche molto lontane da quelle che riproducono le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, come individuate all’art. 3, comma 4, D.M. 23/11/2016.
REQUISITI DI ACCESSO
Considerato che la finalità del Programma è quello di incentivare e promuovere la realizzazione di Progetti di Vita per l’autonomia e la maggiore qualità della vita delle persone con disabilità senza supporto familiare (DOPO DI NOI) sul territorio locale, la candidatura alla realizzazione di un percorso di co-progettazione coinvolga i seguenti target:
• Enti del Terzo Settore, ai sensi dell’art. 55 del D.Lgs n.117/2017, Associazioni di famiglie di persone con disabilità;
• Enti pubblici e privati.
SCADENZE PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
I soggetti pubblici e privati interessati a partecipare al percorso dovranno far pervenire la richiesta di partecipazione unitamente alla “Scheda di iscrizione per la partecipazione” allegata al presente Avviso, con l’indicazione delle aree di intervento a cui si intende aderire per la progettazione partecipata, all’Ufficio di Piano dell’Ambito di Mesagne entro il 02/12/2021 all’indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. riportando il seguente oggetto: “Manifestazione di interesse per i Progetti PRO.V.I. – Linea D”.
PUBBLICAZIONE
Il presente Avviso viene pubblicato nel sito internet dei Comuni di Mesagne, Cellino San Marco, Erchie, Latiano, San Donaci, San Pancrazio Salentino, Torchiarolo e Torre Santa Susanna, all’Albo Pretorio del Comune di Mesagne Sezione “Avvisi pubblici” e nelle “News” della Home page.
ALLEGATI
Modulo istanza per la presentazione della Manifestazione di Interesse.
Mesagne, lì 05/11/2021
La Responsabile dell’Ufficio di Piano
Dott.ssa Cosima Campana
(Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n.39/93)
Il Presidente del Consorzio ATS BR 4
Dott. Antonio Calabrese
(Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n.39/93)

Torna su