Con il recepimento della Direttiva (Ue) 2018/851, è entrata in vigore la nuova definizione di rifiuti urbani come enunciata dall’art. 183 comma 1 lettera b-ter TUA, introdotta dal D. Lg.s 116/2020.
Tale normativa ha eliminato il concetto di rifiuti assimilati, prevedendo una definizione di rifiuti  urbani  che  comprende  i  rifiuti  provenienti  da  altre  fonti  simili  per  natura  e composizione  ai  rifiuti  domestici,  indicati  nell’allegato  L-quarter  prodotti  dalle  attività riportate nell’allegato L-quinquies.


Un’importante  novità,  è  la  possibilità,  per  le  utenze  non  domestiche  (UND),  di  non utilizzare il servizio pubblico per lo smaltimento dei rifiuti urbani ma di avviarli al recupero mediante uno o più soggetti autorizzati, con contratti di durata almeno quinquennale.  
Le  UND  che  conferiscono  i  rifiuti  urbani  prodotti  al  di  fuori  del  servizio  pubblico,  sono escluse dalla corresponsione della componente tariffaria rapportata (solo quota variabile) alla quantità dei rifiuti conferiti. La scelta delle UND di conferire i rifiuti urbani prodotti al di fuori del servizio pubblico, deve essere comunicata al comune, o al gestore del servizio rifiuti  in  caso  di  tariffa  corrispettiva,  entro  il  30  giugno  di  ciascun  anno,  con  decorrenza degli effetti dall’anno successivo.
Per il solo anno 2022, la comunicazione deve essere presentata entro il 31 maggio 2021.
Al fine di organizzare adeguatamente il servizio di raccolta dei rifiuti e rimodulare le tariffe TARI, si chiede di comunicare al seguente indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., l’eventuale  l’opzione  di  uscita  dal  servizio  pubblico  (entro  e  non  oltre  il  termine  del  31 maggio 2021), con la trasmissione della seguente documentazione:

  • Dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante;
  • copia del documento di identità del legale rappresentante;
  • copia dei contratti sottoscritti per ogni categoria di rifiuto con soggetti autorizzati al ritiro per il recupero.

Per eventuali informazioni e/o chiarimenti è possibile contattare l’ufficio tributi al numero 0831-622085.
Il Funzionario Responsabile   F.to Dott. Domenico Marzo

Torna su